lunedì 18 maggio 2015

Spiccioli a qualcuno o informazione libera e democratica per tutti?


Mi tocca ritornare sul tema M5S stimolato da questo video dell'Onorevole Di Battista che circola in questi giorni

video


In Italia la libertà di stampa versa in condizioni pietose e l'informazione che ognuno può avere da internet è spesso viziata, fuorviante e dispersiva.
Una popolazione consapevole avrebbe già da tempo condotto la politica ad agire negli interessi di famiglie e lavoratori come impone la nostra Costituzione e non a favore dei grandi gruppi finanziari che ci governano attraverso l'Unione Europea.

Tutti i problemi che ci troviamo a vivere giornalmente sono quindi dovuti alla cattiva informazione di regime che fa passare solo determinati messaggi negando di fatto alla gente il diritto di partecipare, con cognizione di causa, alla vita pubblica del paese.

Un esempio:
l'argomento principale su cui vengono spese fiumi di parole su talk show, telegiornali, articoli e approfondimenti da qualche anno è quello che vorrebbe gli italiani incapaci di autogovernarsi in quanto particolarmente corrotti, spreconi e fannulloni; da ciò, le cattive condizioni economiche del nostro paese deriverebbero quindi, secondo il sistema dell'informazione italiano, solo da disonestà e spreco di risorse (?!).

Non che certi aspetti non siano esecrabili e penalmente condannabili, ma  possibile che mai nessuno in TV o nei giornali ricorda le nostre potenzialità?
(Quando eravamo tra le nazioni leader dell'economia mondiale - con forti ricadute a vantaggio di famiglie e imprese nazionali - allora come ora, soffrivamo delle ingerenze nei fatti pubblici di mafia e massoneria, il terrorismo ed i servizi segreti deviati uccidevano ciecamente, eravamo governati dal pentapartito e dal cosidetto "CAF" con costi della politica paragonabili agli attuali, e così via ...
... ma c'era la Costituzione a regolare le nostre vite e non trattati internazionali studiati per arricchire una minoranza a danno dei popoli.)

Ora, quindi, il messaggio che passa ad ogni occasione attraverso il sistema mediatico nazionale è proprio lo stesso su cui battono i 5stelle: casta, corruzione e sprechi!
(Diventa quindi evidente che, promuovere questo furviante messaggio, è ciò che il sistema vuole per distrarre le masse dalla vera origine dei problemi nazionali: l'adesione italiana al sistema liberista-oligarchico chiamato Unione Europea)
Tra l'altro, per chi non lo sapesse, al tempo di mani pulite, questi stessi argomenti servirono da copertura mediatica per dare atto, in sordina, alla svendita sottobanco del patrimonio nazionale creato con il sacrificio di milioni di Italiani.

Quindi, dato per assodato che la disinformazione e la propaganda costituiscono l'arma principale del sistema per sottomettere la popolazione, ciò non ostante questi onesti rappresentanti cosa fanno? Distribuiscono fior di quattrini a qualche ditta (peraltro creando disparità di condizioni tra imprese) in luogo di operare per il bene comune a vantaggio di tutti utilizzando le stesse armi del sistema.

Per esempio?
Beh, se proprio pensano di non averli guadagnati questi soldi che ora "restituiscono", in molti riteniamo che una idea di come impegnarli a favore di tutti i cittadini sia quella di accumularli fino ad avere la possibilità di acquisire una frequenza televisiva e/o mettere in piedi una testata giornalistica - pubbliche e rette con sistemi pienamenti democratici - che libererebbero dalla caverna platonica milioni di cittadini inconsapevoli.

Ma forse qualcuno del gruppo dirigente M5S non sarebbe d'accordo!
Sarà un caso di conflitto di interessi?

Simone ArticoloUno Boemio

Nessun commento:

Posta un commento